Portatori di disabilità

Accessibilità

Museo Nazionale del Bargello                                                

Per accedere ai piani superiori e ai servizi le persone con disabilità possono usare l'ascensore situato al piano terra (sale mostre temporanee). 

Museo delle Cappelle Medicee

Il museo è dotato di dispositivi per l'accesso alle persone disabili.
Il marciapiede è raccordato alla strada. 
L’accessibilità a sedia a ruote alla sala del piano terra ("Cripta") è possibile mediante rampa. Alla "Sagrestia Nuova", al primo piano, si arriva mediante ascensore e da lì si ha accesso alla "Cappella dei Principi" (Mausoleo) mediante una pedana-elevatore.

Nel museo è presente un ascensore che consente la visita di tutte le sale alle persone diversamente abili. Il servizio ascensore va richiesto nel punto informazione all’ingresso del museo ed il personale provvederà ad accompagnare i richiedenti.
Non disponiamo ancora dell’accesso facilitato per persone con diversa abilità all’interno dei bagni.

Museo di Palazzo Davanzati - Museo dell’Antica Casa Fiorentina

Il museo è dotato di dispositivi per l'accesso alle persone disabili.
Marciapiede raccordato in prossimità dell’ingresso e da via Pellicceria. Occorre avvisare il personale (non c’è campanello) che deve collocare la pedana mobile al portone principale: dislivello di 12 cm a salire e di 6 cm a scendere (soglia rialzata). L’ascensore (di dimensioni adeguate, porta cm 80) conduce al piano superiore; tutti i passaggi tra le sale presentano soglie rialzate (massimo 6 cm). Presenti servizi igienici accessibili sia a pian terreno che al piano superiore.

Museo di Orsanmichele

Il museo non è dotato di dispositivi per l'accesso alle persone disabili.

Museo di Casa Martelli

Il museo è dotato di dispositivi per l'accesso alle persone disabili.

Percorsi per ipovedenti e non-vedenti

Per la visita del Museo Nazionale del Bargello i disabili visivi potranno contattare l'ufficio del museo (055.2388606) per avere le indicazioni necessarie sul percorso possibile. Per poter toccare le sculture e apprezzare le volumetrie delle opere, è richiesto l'utilizzo di un paio di guanti in cotone o in lattex.