News

POLVERE: LE SORELLE MARTELLI, LA FINE DI UNA DINASTIA

Performance teatrale e visita guidata - 29 e 30 settembre 2018

L'Associazione Amici dei Musei di Palazzo Davanzati e Casa Martelli propone, nei giorni di sabato 29 e domenica 30 settembre 2018 una performance teatrale e visita guidata al Museo di Casa Martelli.

 

Orario: 9.30; 10.30; 11.30

L'ingresso è libero e gratuito al Museo.
Ogni visita potrà accogliere un massimo di 25 persone

 

MUSEO DI CASA MARTELLI

Via Ferdinando Zannetti, 8 - Firenze
tel + 39 055 0649420
mn-bar.casamartelli@beniculturali.it

MUSEI DA FAVOLA: IL PIACERE DELLA CONOSCENZA, LA PASSIONE DEL RACCONTO - PERCORSI A TEMA

Per bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni

Anche quest'anno i Musei del Bargello partecipano i Musei da favola, un progetto del Dipartimento Scuola e Giovani delle Gallerie degli Uffizi in collaborazione con la Fondazione FerragamoPolo Museale della Toscana e il Museo Salvatore Ferragamo.

Grandi e piccini sono invitati a scoprire l’arte e la storia della città in alcuni dei più importanti musei fiorentini: tanti percorsi a tema che conciliano il piacere della conoscenza alla passione del racconto.

Gli incontri sono gratuiti ed esclusivamente su prenotazione; si rivolgono a bambini e ragazzi da 7 a 12 anni accompagnati dai familiari (con pagamento del biglietto di ingresso ai musei per gli accompagnatori di età superiore ai 18 anni); ingresso gratuito al Museo Salvatore Ferragamo e Orsanmichele.

Le prenotazioni saranno aperte da mercoledì 26 settembre ore 10,00 e dovranno pervenire preferibilmente via e-mail.
Le Gallerie degli Uffizi - Divisione Educaziore Ricerca e Sviluppo - Dipartimento Scuola e Giovani
uffizigiovani@beniculturali. it - 055 284272

Vedi in Dettagli, il programma delle attività ai Musei del Bargello.

I CONCERTI DEL MAGGIO MUSICALE FIORENTINO - MATINĖE

Giovedì 27 settembre alle 15.30 nello splendido Cortile del Bargello

Giovedì 6 settembre sono ricominciati, presso il Cortile del Museo Nazionale del Bargello di Firenze (via del Proconsolo, 4) i concerti offerti ai visitatori.

Il prossimo appuntamento, che chiuderà il ciclo dei concerti, è previsto per giovedì 27 settembre - ore 15.30 - con un quintetto di fiati composto da Claudio Quintavalla e Emanuele Antoniucci (trombe), Luca Benucci (corno), Fabiano Fiorenzani (trombone) e Mario Barsotti (tuba) che eseguirà un ricco programma con musiche di G. Gabrieli, J. S. Bach, W. A. Mozart, V. Ewald, F. Fiorenzani, M. Kamen,W.A. Mozart, e Anonimo.

L’evento fa parte dei “Concerti al Bargello”, una serie di concerti da camera organizzata dal Museo Nazionale del Bargello in collaborazione con Fondazione Teatro del Maggio Fiorentino, e inaugurata con i primi due concerti nello scorso mese di giugno. Dopo la pausa estiva il ciclo riprende con un ricco programma di eventi, per tutto il mese di settembre.

Le date previste per il mese di settembre:
giovedì, 6 settembre h. 15.30
domenica, 16 settembre h. 11.00
domenica, 23 settembre h. 11.00
giovedì 27 settembre h. 15.30

Tutti i concerti si svolgeranno nello splendido Cortile del Museo Nazionale del Bargello.
La partecipazione è libera e inclusa nel prezzo del biglietto d’ingresso del museo stesso (€ 9,00 con le riduzioni o gratuità previste per legge).

 

 

 

#UNITEDFORARTS: LET'S FOLLOW

Sabato 22 settembre, condividi il Museo del Bargello col suo Direttore

 

Col Direttore, al Bargello il museo è social
 
Grazie alle Giornate Europee del Patrimonio 2018, sabato 22 settembre il Museo Nazionale del Bargello sarà aperto fino a mezzanotte: un orario fuori dal comune – dalle 8.00 alle 24.00 – in cui potremo scoprire il palazzo e i suoi tesori in tutte le loro molteplici sfumature.

Ma sarà la sera che il Bargello si vestirà di una luce nuova, con una visita guidata straordinaria del Direttore: alle ore 21.30, la dott.ssa Paola D’Agostino ci condurrà personalmente tra le sale del Museo, creando un’occasione straordinaria per accendere la nostra #artedicondividere.

Il Direttore racconterà alcune delle sue opere preferite del Museo in chiave social, all’insegna del nuovo hashtag #UnitedforArts, lanciando un messaggio che lega tutti alla magia dell’Arte e alla Bellezza.

Non dimenticate di postare le vostre foto con il tag @bargellomuseums o l’hashtag #UnitedforArts: le migliori saranno ripostate.

Vi aspettiamo per condividere questa serata unica!

THE MUSEUM OF CASA MARTELLI

La nuova Guida, edita in lingua inglese

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, (22 e 23 settembre 2018) alle quali anche quest'anno i Musei del Bargello hanno aderito con un ricco calendario di eventi, il giorno sabato 22 settembre alle ore 12.00 al Museo di Palazzo Martelli si è tenuta la Presentazione della Guida in lingua inglese The Museum of Casa Martelli (casa ed. Sillabe).
Si tratta dell’edizione, aggiornata e tradotta, della guida dello storico palazzo fiorentino, curata da Monica Bietti (curatrice responsabile del Museo) e Francesca Fiorelli.


Durante la presentazione, è intervenuta anche la Dott.ssa Paola D’Agostino, direttore dei Musei del Bargello.

 

Museo di Palazzo Martelli
via Ferdinando Zannetti, 8
0550649420
mn-bar.casamartelli@beniculturali.it

L’ARTE DI CONDIVIDERE #GEP2018 #EuropeForCulture

22 e 23 Settembre 2018 Giornate Europee del Patrimonio

Anche quest'anno i Musei del Bargello aderiscono alle Giornate Europee del Patrimonio con un ricco calendario di eventi: aperture straordinarie, visite guidate, presentazioni, concerti musicali, laboratori didattici e reading pensati all'insegna della Condivisione dell'arte.

Le Giornate Europee del Patrimonio si svolgeranno il 22 e il 23 settembre e costituiscono il più partecipato degli eventi culturali in Europa avente lo scopo di far apprezzare e conoscere ai cittadini il patrimonio culturale condiviso, incoraggiandone alla partecipazione attiva per la sua salvaguardia e trasmissione alle nuove generazioni.

In Italia, gli European Heritage Days sono un’occasione per riaffermare la consapevolezza della centralità del patrimonio culturale e del suo valore storico, artistico, identitario del territorio, che collega gli istituti più celebri e famosi a quelli meno conosciuti

Il tema di quest'anno è “L’Arte di condividere”: condivisione delle conoscenze sul patrimonio culturale nelle sue componenti storiche, artistiche, archeologiche, antropologiche presenti nei luoghi della cultura; delle sue espressioni materiali e immateriali; del territorio di cui è espressione; dei saperi e delle esperienze di cui sono depositarie le comunità.

Vi attendiamo numerosi; #artedicondividere #GEP2018 #EuropeForCulture

 

Queste le APERTURE STRAORDINARIE:

  • SABATO 22 SETTEMBRE 2018
    MUSEO NAZIONALE DEL BARGELLO
    Apertura
    : h. 08.15 - 24.00
    Dalle 21.00 alle 24.00, apertura straordinaria serale con biglietto d’ingresso a € 1,00

 

  • DOMENICA 23 SETTEMBRE 2018
    MUSEO NAZIONALE DEL BARGELLO
    Apertura straordinaria
    h. 9.30 - 13.30
  • MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE
    Apertura straordinaria pomeridiana
    h. 14.00 - 18.00

e in aggiunta si ricorda che il MUSEO NAZIONALE DEL BARGELLO, sarà aperto con apertura straordinaria anche:
LUNEDI' 24 SETTEMBRE 2018 in orario 8.15 - 20.00

 

 

Per tutti gli eventi organizzati presso i Musei del Bargello, vedi in Dettagli, il PROGRAMMA.

NUOVA USCITA DEL MUSEO DELLE CAPPELLE MEDICEE

Cerimonia di premiazione del Concorso internazionale di progettazione

Lunedì 17 settembre, alle ore 11:00, presso la Sagrestia Nuova del Museo delle Cappelle Medicee si è svolta la cerimonia di premiazione dei progetti che si sono distinti nel Concorso internazionale di progettazione della nuova uscita del Museo delle Cappelle Medicee. L’evento ha rappresentato un’occasione per offrire un riconoscimento pubblico alle idee innovative che sono state presentate e un tributo a coloro che si sono spesi nello sforzo di dotare questo importante museo fiorentino di una nuova soluzione logista per l’uscita dei visitatori.

Sono intervenuti alla cerimonia, premiando i vincitori: la dottoressa Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello, il dottor Andrea Pessina, Soprintendente della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, l’architetto Silvia Moretti, Presidente della Fondazione Architetti di Firenze e il dott. Gennaro Miccio, Segretario regionale Mibac del Piemonte e Presidente della Commissione di valutazione del Concorso di progettazione.

Le proposte, moderne e allo stesso tempo compatibili con il delicato contesto architettonico e urbanistico preso in considerazione, hanno previsto la progettazione della copertura della nuova uscita, della scala di collegamento con gli ambienti interrati – dove troveranno spazio i servizi e il bookshop – e della nuova definizione del percorso museale. Il tutto con la volontà di valorizzare pienamente e permettere una migliore fruizione di un luogo singolare e unico della città di Firenze

Le Cappelle Medicee sono un museo la cui storia e articolazione architettonica è strettamente legata alla Basilica di San Lorenzo. In questo complesso monumentale si rispecchia la storia della città di Firenze e della sua famiglia più rappresentativa, i Medici, che ne ha adibito alcuni ambienti a luogo di sepoltura e memoria dei propri avi. In questo complesso maestri quali Brunelleschi e Michelangelo hanno dato forma alle loro innovative soluzioni architettoniche.

La sfida lanciata agli architetti di oggi era quella di confrontarsi con questa storia e con questi esempi e proporre una soluzione architettonica innovativa per dotare il Museo delle Cappelle Medicee di una nuova uscita per il pubblico.

Dal 1869 alcuni ambienti del complesso sono diventati un Museo Statale con un proprio accesso autonomo: la Sagrestia Nuova, opera magistrale di Michelangelo per progettazione architettonica e decorazione scultorea; la Cappella dei Principi, monumentale mausoleo della dinastia medicea realizzato in preziosi e rari marmi policromi; la Cripta, dove sono sepolti i Granduchi Medici e i loro familiari; la Cripta lorenese, che accoglie, oltre alle spoglie della famiglia dei Lorena, il monumento funebre a Cosimo il vecchio “Pater Patriae”. Dal 2014 il Museo delle Cappelle Medicee è diventato parte del gruppo dei Musei del Bargello e oggi è tra i monumenti più visitati a Firenze e in Italia.

L’esigenza di garantire le migliori condizioni di visita a un pubblico sempre in crescita ha dato un forte impulso a concludere i complessi lavori iniziati da diversi anni per dotare il Museo di una nuova uscita da collocare sul Canto dei Nelli e di adeguati e moderni spazi di servizio. Vista l’importanza storica e urbanistica dell’uscita la Direzione dei Musei del Bargello, d’intesa con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (SABAP) per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, ha quindi istituito una collaborazione con l'Ordine degli Architetti di Firenze e la Fondazione Architetti Firenze per bandire il concorso di idee progettuali, che è stato realizzato nel pieno rispetto dei principi di trasparenza e attraverso una procedura integramente informatizzata.

Seguendo i principi di competenza e trasparenza è stata nominata una Commissione di valutazione dei progetti composta da dirigenti e funzionari del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali: Gennaro Miccio, Segretario regionale per il Piemonte; Maddalena Ragni, già dirigente generale; Pia Petrangeli, dirigente dell’Ufficio Studi della Direzione Generale Educazione e Ricerca; Matteo Luca Ceriana, funzionario presso i Musei del Bargello; e Valerio Tesi, funzionario SABAP per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato. Membri supplenti Corrado Azzollini, Segretario regionale per il Veneto, subentrato alla dottoressa Ragni e Francesco Fortino, funzionario SABAP per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato.

Il Concorso di progettazione internazionale è stato indetto con un bando pubblicato il 15 novembre 2017 e ha visto la partecipazione di ben 118 concorrenti qualificati (tra professionisti abilitati, società di ingegneria, società temporanee di professionisti). Le proposte sono state valutate dalla Commissione di esperti che, al termine di una procedura aperta, anonima e integralmente informatizzata conclusasi lo scorso 22 giugno 2018, ha stilato una classifica diretta a indicare le migliori soluzioni progettuali.

Della procedura è stata data ampia pubblicità con una conferenza stampa, lo scorso 12 luglio, in cui sono state presentati il nominativo e le caratteristiche del progetto selezionato dalla Commissione. Lo Studio di Architettura Zermani e Associati di Parma è stato selezionato vincitore con un progetto che prevedeva l’impiego di un’area interrata, collegata alle Cripte, per la realizzazione dei nuovi servizi museali e la creazione di una nuova piazzetta soprastante, incastonata tra le mura della Sagrestia Nuova di Michelangelo e della Cappella dei Principi, dove i visitatori emergeranno salendo attraverso una scalinata di pietra. Per rispettare il contesto così ricco d’arte e di storia lo Studio Zermani ha scelto di impiegare forme lineari e materiali come la pietra forte di tradizione fiorentina, in armonia con le fabbriche adiacenti. Il progetto è anche un deciso inserimento contemporaneo a fianco dell’opera dei grandi maestri del passato, e l’intervento, attraverso un linguaggio preciso e minimale, stabilisce con chiarezza la propria autonomia formale.

La cerimonia di lunedì 17 settembre è stato il momento in cui lo Studio Zermani ha ricevuto il premio economico messo a bando pari a € 16.936,28 e ha avuto l'incarico di realizzare il progetto preliminare e poi l'esecutivo. Da quel momento l’uscita delle Cappelle Medicee passerà dalla fase progettuale alla fase esecutiva e si avvierà un processo operativo che, nel pieno rispetto delle procedure che regolano i lavori pubblici e dei vincoli di tutela sui beni culturali, trasformerà le idee progettuali in realtà.

Quella di lunedì è stata soprattutto, però, l’occasione per dare un riconoscimento al grande sforzo espresso da molteplici soggetti nell’ambito di questo Concorso di progettazione.

I concorrenti in primis: il bando prevedeva infatti che, oltre al vincitore, anche gli autori dei migliori 4 progetti ricevessero un riconoscimento con l’attribuzione di un premio economico fissato in termini proporzionali al punteggio di merito assegnato dalla Commissione valutatrice.

Questo è l’elenco dei primi cinque classificati e che lunedì hanno ricevuto una busta con il premio economico:

1° classificato: Studio di Architettura Zermani e Associati – Parma. Premio € 16.936;

2° classificato: RTP capogruppo Arch. Marco Castelletti – Erba. Premio € 4.657;

3° classificato: Studio Zero85 Architetti Associati – Montesilvano. Premio € 3.891;

4° classificato: Arch. Mario Bellini - Milano. Premio € 3.755;

5° classificato: Arch. Matteo Casari – Verdellino. Premio € 3.695.

Oltre ai 5 progetti vincitori di un premio economico è stato inoltre riservato spazio agli architetti artefici di ulteriori 5 soluzioni progettuali meritevoli di segnalazione:

  • Oliver Zei - Arch. Niccolò Galli;
  • Studio Albini Associati;
  • Luca Negrini;
  • RTP Arch. Serena Borea - Arch. Marina Di Guida - Ing. Piera Milione - Arch. Renato Rosa - Arch. Davide Uccello - Arch. Lorenzo Morra - Arch. Antonio Vitale;
  • RTP Arch. Floriano Poli - Arch. Teresa Lamanna - Arch. Paolo Zanasi - Arch. Valeria Pratellesi - Arch. Marco Ferri;

Questi soggetti hanno ricevuto un Certificato di Buona esecuzione del Servizio, utilizzabile a livello curricolare, come requisito di partecipazione e di merito tecnico, per la partecipazione a successive procedure di affidamento di servizi di architettura e ingegneria.

La cerimonia è stata, infine, l’occasione per ringraziare tutti quelli che hanno partecipato e contribuito alla realizzazione di questa importante impresa progettuale: i membri della Commissione che hanno svolto un meticoloso lavoro di selezione e valutazione dei singoli progetti; l'Ordine degli Architetti di Firenze e la Fondazione Architetti Firenze che hanno svolto un ruolo fondamentale nella definizione e gestione della procedura concorsuale; i dirigenti e funzionari dei Musei del Bargello, della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (SABAP) per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali che, in una felice sinergia tra istituzioni ministeriali operanti nella città di Firenze, hanno lavorato con competenza e dedizione al buon esito di questo ambizioso e importante concorso di progettazione.

MUSEUM TIME: SPAZIO AI PIU' PICCOLI. GLI INCONTRI DIDATTICI

Prossimo appuntamento il 22 settembre, ore 15.00 alle Cappelle Medicee

Sabato 8 settembre alle ore 15.00 presso il Museo Nazionale del Bargello è ripartito l'appuntamento con Museum Time, il progetto didattico dedicato ai più piccoli e alle loro famiglie, nato all’insegna della fantasia, del divertimento e dello stare insieme.

Il prossimo appuntamento è previsto per sabato 22 settembre alle ore 15.00, presso le Cappelle Medicee.

Le visite del primo e del secondo ciclo si sono svolte dal 18 marzo al 23 giugno e hanno riscosso un eccellente risultato in termini di presenze e di gradimento.

Attraverso specifiche esperienze ludiche, laboratori e avvincenti narrazioni i giovani visitatori (dai 5 agli 11 anni) vengono coinvolti in alcune delle più affascinanti storie custodite nei cinque musei del Bargello.

Il progetto è curato dall’Associazione L’Immaginario.

La partecipazione è gratuita con il biglietto di ingresso ma è necessaria la prenotazione.

Invitiamo le famiglie interessate a prenotare quest’esperienza ai contatti di seguito riportati.

 

Info e prenotazioni: L’Immaginario

e-mail: info@immaginar.io

tel: 331 8882770 (lunedì e mercoledì dalle 15.00 alle 18.00)

 

 

Vedi il Calendario degli incontri programmati

 

I NUOVI NUMERI TELEFONICI DEI MUSEI DEL BARGELLO

Museo Nazionale del Bargello, Cappelle Medicee, Orsanmichele, Casa Martelli, Palazzo Davanzati

Si comunica aI gentili visitatori che a partire dal mese di Settembre, i numeri di telefono dei Musei del Bargello sono cambiati. Per poterci raggiungere, potrete contattarci ai seguenti recapiti:

Museo Nazionale del Bargello

TEL. +39 055 0649440

Museo delle Cappelle Medicee

TEL. +39 055 0649430

Museo di Orsanmichele

+39 055 0649450

Museo di Casa Martelli

+39 055 0649420

Museo di Palazzo Davanzati

+39 055 0649460

PROROGATA FINO AL 30 OTTOBRE 2018 LA MOSTRA 'OMAGGIO A ELIA VOLPI PITTORE'

Palazzo Davanzati espone disegni e dipinti inediti del “padre” del Museo della Casa Fiorentina Antica

In risposta al gradimento manifestato dal pubblico, abbiamo il piacere di comunicare la proroga  fino al  30 OTTOBRE 2018 della mostra Omaggio a Elia Volpi pittore, nel Museo di Palazzo Davanzati. 

L'esposizione, allestita nella loggia d'ingresso, continuerà ad offrire il benvenuto ai visitatori introducendoli alla visita del museo con un nuovo racconto sulla poliedrica figura di Elia Volpi, considerato il padre  del Museo di Palazzo Davanzati, presentato nella sua veste più intima e meno conosciuta di pittore. 

Elia Volpi è noto soprattutto quale intraprendente collezionista/antiquario e artefice della ardita intuizione di restaurare l’antico Palazzo Davanzati per trasformarlo nel 1910 in un museo privato, arredandolo nello stile di una abitazione fiorentina tra Medioevo e Rinascimento. Nella sua vita si cimentò anche in una personale produzione artistica figurativa subito dopo la giovanile formazione presso l’Accademia di Belle Arti di Firenze. 

Questa fase è poco nota ma non meno importante per restituire una visione a tutto tondo di questa complessa personalità. La mostra ripercorre la formazione e l’attività giovanile (dai primi anni Settanta all’inizio degli anni Novanta dell’Ottocento) del Volpi, attraverso l’esposizione di dipinti e disegni in gran parte inediti, pervenuti al museo grazie a donazioni e di alcune opere provenienti da collezioni private.

Tra le opere in mostra, il raffinato ventaglio dipinto per la Regina Margherita nel 1885, con la Regina seduta nel giardino delle Grazie e incoronata dal Genio d’Italia in mezzo alle Virtù morali e civili, di cui si propone in mostra il bozzetto affiancato alla foto d’epoca; il fascinoso Ritratto di Pia Lori, sua futura moglie, risalente al 1890 circa, che dialoga con il Ritratto di Elia Volpi, realizzato nel 1915 da Silvio Zanchi, suo amico e storico collaboratore nei restauri di Palazzo Davanzati; il Ritratto di fanciulla del 1885, utilizzato come immagine rappresentativa della Mostra, che spicca per la grande modernità.

In esposizione anche una sezione multimediale e in particolare un video inedito, intitolato Elia Volpi nella quiete di Villa di Celle; il filmato presentato per la prima volta, contiene riprese girate in tempi e luoghi diversi introducendoci in alcuni momenti della vita privata di Elia e della sua numerosa famiglia attorno alla fine degli anni Venti del Novecento.
Inoltre, un pannello touch screen con le foto dell’album dedicato a La storia di Palazzo Davanzati permetterà di ricostruire la storia della “creazione” del Museo e di un vero e proprio modello di “fiorentinità”.

La mostra sarà quindi ancora visitabile, negli orari di apertura del Museo, fino al 30 ottobre  2018.

Con la Direzione di Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello; Daniele Rapino, Responsabile del Museo di Palazzo Davanzati e Brunella Teodori, ideatrice e curatrice dell’esposizione.

ISLAM E FIRENZE. IL RACCONTO DELLA MOSTRA / 6

Parte sesta: Giulio Franchetti e l’arte del tessuto

 

Si è aperta la mostra Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento, una monumentale rassegna d’arte islamica visitabile nella doppia sede delle Gallerie degli Uffizi e del Museo Nazionale del Bargello, dal 22 giugno al 23 settembre 2018.

Segui il nostro racconto in 6 parti ispirato dal catalogo della mostra e dai suoi autori: 

Parte sesta: Giulio Franchetti e l’arte del tessuto.

ISLAM E FIRENZE. IL RACCONTO DELLA MOSTRA / 5

Parte quinta: Louis Carrand e la sua grande donazione

 

Si è aperta la mostra Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento, una monumentale rassegna d’arte islamica visitabile nella doppia sede delle Gallerie degli Uffizi e del Museo Nazionale del Bargello, dal 22 giugno al 23 settembre 2018.

Segui il nostro racconto in 6 parti ispirato dal catalogo della mostra e dai suoi autori:

Parte quinta: Louis Carrand e la sua grande donazione.

ISLAM E FIRENZE. IL RACCONTO DELLA MOSTRA / 4

Parte quarta: Frederick Stibbert e la sua «sala moresca»

 

Si è aperta la mostra Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento, una monumentale rassegna d’arte islamica visitabile nella doppia sede delle Gallerie degli Uffizi e del Museo Nazionale del Bargello, dal 22 giugno al 23 settembre 2018.

Segui il nostro racconto in 6 parti ispirato dal catalogo della mostra e dai suoi autori:

Parte quarta: Frederick Stibbert e la sua «sala moresca».

ISLAM E FIRENZE. IL RACCONTO DELLA MOSTRA / 3

Parte terza: Stefano Bardini e i tappeti orientali

 

Si è aperta la mostra Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento, una monumentale rassegna d’arte islamica visitabile nella doppia sede delle Gallerie degli Uffizi e del Museo Nazionale del Bargello, dal 22 giugno al 23 settembre 2018.

Segui il nostro racconto in 6 parti ispirato dal catalogo della mostra e dai suoi autori:

Parte terza: Stefano Bardini e i tappeti orientali.

ISLAM E FIRENZE. IL RACCONTO DELLA MOSTRA / 2

Parte seconda: Firenze «a la domaschina», tra Uffizi e Bargello

 

Si è aperta la mostra Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento, una monumentale rassegna d’arte islamica visitabile nella doppia sede delle Gallerie degli Uffizi e del Museo Nazionale del Bargello, dal 22 giugno al 23 settembre 2018.

Segui il nostro racconto in 6 parti ispirato dal catalogo della mostra e dai suoi autori:

Parte seconda: Firenze “a la domaschina” tra Uffizi e Bargello.

ISLAM E FIRENZE. IL RACCONTO DELLA MOSTRA / 1

Parte prima: Islam e Firenze, Islam a Firenze

 

Si è aperta la mostra Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento, una monumentale rassegna d’arte islamica visitabile nella doppia sede delle Gallerie degli Uffizi e del Museo Nazionale del Bargello, dal 22 giugno al 23 settembre 2018.

Segui il nostro racconto in 6 parti ispirato dal catalogo della mostra e dai suoi autori:

Parte prima: Islam e Firenze, Islam a Firenze.

UNO SGUARDO ALLE COLLEZIONI

I tessuti islamici delle collezioni Carrand e Franchetti al Bargello

 

In occasione della mostra "Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento", Firenze, Gallerie degli Uffizi e Museo Nazionale del Bargello, 21 giugno-23 settembre 2018, vogliamo offrire un approfondimento sull'arte islamica, di cui il Bargello conserva una delle principali collezioni in Italia.

In particolare, la mostra è l'occasione per riscoprire la grande collezione di tessuti islamici posseduta dal Bargello ma che in genere non può essere ammirata per motivi di conservazione: com'è noto, infatti, i tessuti non possono essere esposti per lunghi periodi perchè il contatto con la luce danneggia i filati e i loro pigmenti in maniera progressiva e irreversibile.

Oggi invece, al Museo Nazionale del Bargello, le grandi vetrine dedicate alle donazioni Carrand e Franchetti sono popolate da una ricca scelta dei tessuti più belli e rappresentativi provenienti da queste collezioni.

Scopri di più sui tessuti islamici del Bargello e guarda la galleria di immagini per immergerti nel loro caleidoscopio di forme e colori.

Nuova uscita del Museo delle Cappelle Medicee

Presentazione dei risultati del Concorso internazionale di progettazione

Giovedì 12 luglio 2018 alle ore 11.00 presso il Museo di Casa Martelli, la dottoressa Paola D’Agostino, Direttore dei Musei del Bargello, il dottor Andrea Pessina, Soprintendente della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato e l’architetto Silvia Moretti, Presidente della Fondazione Architetti di Firenze, hanno presentato i risultati del Concorso di idee relativo alla progettazione della nuova uscita del Museo della Cappelle Medicee.

Il Concorso, indetto con un bando pubblicato il 15 novembre 2017, ha visto la partecipazione di 118 concorrenti qualificati (tra professionisti abilitati, società di ingegneria e società temporanee di professionisti).
Le proposte sono state valutate da una Commissione di esperti che, al termine di una procedura aperta, anonima e integralmente informatizzata conclusasi lo scorso 22 giugno 2018, ha stilato una classifica diretta a indicare le migliori soluzioni progettuali.

Il progetto
La sistemazione complessiva della nuova uscita delle Cappelle Medicee, che si troverà sul Canto dei Nelli, prevede la progettazione della copertura della stessa nuova uscita, della scala di collegamento con gli spazi interrati – dove troveranno spazio i servizi e il bookshop – e della nuova definizione del percorso museale. Collocata nella zona delimitata tra i corpi di fabbrica della Cappella dei Principi, della Sagrestia Nuova e dell’estremità destra del transetto della Basilica di San Lorenzo, la nuova uscita completerà un luogo singolare della città di Firenze.

La procedura concorsuale
Vista l’importanza storica e urbanistica dell’uscita la Direzione dei Musei del Bargello, d’intesa con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio (SABAP) per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, ha istituito una collaborazione con l'Ordine degli Architetti di Firenze e la Fondazione Architetti Fiorentini per bandire un concorso di idee progettuali, che è stato realizzato nel pieno rispetto dei principi di trasparenza e attraverso una procedura integramente informatizzata.

I partecipanti hanno presentato un progetto di fattibilità tecnica ed economica che tenesse conto delle esigenze logistiche e funzionali espresse dall’Amministrazione e nel rispetto del quadro economico previsto in € 540.000,00.
Gli elaborati si compongono di una relazione illustrativa e di 3 tavole grafiche secondo un modello univoco utile a garantire l’uniformità e l’anonimato delle proposte.

I criteri di valutazione
Seguendo i principi di competenza e trasparenza è stata nominata una Commissione di valutazione dei progetti composta da dirigenti e funzionari del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo: Gennaro Miccio, Segretario regionale per il Piemonte; Maddalena Ragni, già dirigente generale; Pia Petrangeli, dirigente dell’Ufficio Studi della Direzione Generale Educazione e Ricerca; Matteo Luca Ceriana, funzionario storico in servizio presso i Musei del Bargello; e Valerio Tesi, funzionario SABAP per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato. Membri supplenti Corrado Azzollini, Segretario regionale per il Veneto, subentrato alla dottoressa Ragni e Francesco Fortino, funzionario SABAP per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato.

La valutazione dei progetti è stata realizzata in forma totalmente anonima individuando una serie di criteri ed attribuendo a ciascuno di essi un relativo punteggio numerico. La commissione ha valutato ciascun elaborato analizzandone: la soluzione progettuale dell’uscita, con particolare attenzione al rapporto con il contesto urbano e architettonico (fino a 50 punti); la soluzione offerta per la realizzazione della scalinata d’uscita (fino a 20 punti); la progettazione dei servizi igienici (fino a 5 punti) e l’ideazione degli arredi del book-shop (fino a 5 punti).

Il progetto vincitore
Lo Studio di Architettura Zermani e Associati di Parma è stato selezionato vincitore e durante la cerimonia di premiazione, prevista per il prossimo mese di settembre, riceverà il premio economico messo a bando pari a € 16.936,28.

L’impiego di un’area interrata, collegata alle Cripte, per la realizzazione dei nuovi servizi museali, porterà alla creazione di una nuova piazzetta soprastante, incastonata tra le mura della Sagrestia Nuova di Michelangelo e della Cappella dei Principi, dove i visitatori emergeranno salendo attraverso una scalinata di pietra. Il contesto così ricco d’arte e di storia ha imposto la scelta di forme lineari e di materiali come la pietra forte di tradizione fiorentina, in armonia con le fabbriche adiacenti. Il progetto è anche un deciso inserimento contemporaneo a fianco dell’opera dei grandi maestri del passato, e l’intervento, attraverso un linguaggio preciso e minimale, stabilisce con chiarezza la propria autonomia formale.

La dottoressa Paola D’Agostino: ha espresso la sua gratitudine ai membri della Commissione «per il meticoloso lavoro di selezione e l’attenta valutazione dei singoli progetti». «Ringrazio anche – ha continuato il Direttore dei Musei del Bargello – la Fondazione degli Architetti Fiorentini per la proficua e attenta collaborazione in tutte le fasi del concorso. I progetti selezionati presentano, in alcuni casi, soluzioni particolarmente appropriate ad un contesto monumentale di tale importanza e ad un luogo urbanisticamente così significativo. Con il dottor Andrea Pessina e con i funzionari tecnici e architetti in servizio, sia ai Musei del Bargello sia in Soprintendenza, terremo una serie di incontri operativi da qui a settembre, in vista della cerimonia di premiazione».

LE NOTTI DELL'ARCHEOLOGIA 2018: EROI E MITI NEI MUSEI DEL BARGELLO

Le visite guidate al Museo Nazionale del Bargello e a Palazzo Davanzati

   Anche quest'anno i Musei del Bargello partecipano alle Notti dell'Archeologia, un appuntamento molto atteso da un vasto pubblico di appassionati e non solo: aperture straordinarie, serali e notturne, eventi dedicati nei musei, aree e parchi archeologici della Toscana.

In quest'occasione saranno organizzate, presso il Museo Nazionale del Bargello e il Museo di Palazzo Davanzati, due visite guidate intorno al filo conduttore di questa XVIII ed. dal titolo "Eroi e miti dell'antichità".
La figura dell'eroe che incarna i valori fondanti di una cultura e ne rappresentano l'ideale di comportamento, nella testimonianza delle virtù più significative e simboliche, popolando così le rappresentazioni delle culture dell'antichità nell'arte, nella letteratura, nel teatro, nella religione, nella vita civile e quotidiana.
 
   Al Museo Nazionale del Bargello il 9 luglio 2018 alle ore 18.00 si parlerà di Eroi e miti dell'antichità nelle maioliche del Rinascimento.
Si tratta di un viaggio ideale - curato dal dott. Marino Marini archeologo del Museo - nel mondo della mitologia e dell'epica di epoca classica attraverso le immagini dipinte sulle più belle maioliche italiane del Rinascimento, grazie ai modelli figurativi e, soprattutto, narrativi (disegni approntati da artisti celebrati e immagini poste a corredo dei libri a stampa) che durante il Cinquecento si diffondono su larga scala prima negli ambienti di corte e, in seguito, anche fra le classi sociali meno elevate.
Il ritrovo è previsto al primo piano presso la Sala delle Maioliche.
 
   Il secondo incontro si svolgerà al Museo di Palazzo Davanzati quando, il 15 luglio alle ore 17.30, il dott. Daniele Rapino e la dott.ssa Benedetta Matucci, ci guideranno intorno al tema Eroi e divinità negli arredi di Palazzo Davanzati.
Ai visitatori verrà offerto un focus dedicato ai tre dipinti con la Storia di Perseo e Andromeda del Maestro di Serumido.
La loro collocazione originaria è ignota ma erano destinati, quasi certamente, a decorare un ambiente domestico in occasione di un matrimonio, come suggerisce il tema tratto dalle Metamorfosi di Ovidio. Protagonista della triade è la scena raffigurante Perseo che libera Andromeda dal mostro che la teneva prigioniera e che lascia intendere la sua destinazione nuziale.
Saranno illustrate al pubblico due pregevoli maioliche di produzione di ambito urbinate istoriate con episodi ovidiani incentrati sul mito di Bacco, dio del vino, e di Meleagro.
Il ritrovo è previsto alla Sala madornale del secondo piano.
 
La partecipazione alle visite guidate è gratuita ed è inclusa nel prezzo del biglietto dei rispettivi Musei.

ISLAM E FIRENZE. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento

Dal 22 Giugno al 23 Settembre - Gallerie degli Uffizi e Museo Nazionale del Bargello

“Islam e Firenze. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento” è il titolo della grande mostra che rappresenta un’occasione unica per scoprire conoscenze, scambi, dialoghi e influenze tra le arti di Occidente e Oriente. 

Si tratta di una sontuosa rassegna di arte islamica, curata da Giovanni Curatola, organizzata dagli Uffizi e dal Museo Nazionale del Bargello con importanti prestiti internazionali e anche opere significative da altri istituti del territorio fiorentino (Museo Stibbert, Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze, Museo Bardini e la Villa medicea di Cerreto Guidi). 

Un comitato scientifico internazionale ha lavorato intensamente alla selezione delle opere e al catalogo della mostra, con saggi ricchi di indagini scientifiche e storiche che mettono in chiaro il ruolo importantissimo di Firenze negli scambi interreligiosi e interculturali tra il Quattrocento e il primo Novecento. 

La mostra si articola in due sedi espositive: al Bargello viene illustrato un periodo fondamentale di ricerca, collezionismo e allestimenti museali di fine Ottocento e inizio Novecento, con opere dalle donazione di Louis Carrand e Giulio Franchetti e dalle collezioni di Frederick Stibbert e Stefano Bardini. In quegli anni Firenze era infatti frequentata da importanti collezionisti, italiani e stranieri, direttori di musei, curatori, tutti conoscitori ed estimatori di arte islamica.

Anche al fine di ampliare le possibilità di visita a questa sezione della mostra il Museo Nazionale del Bargello ha programmato, per i prossimi giorni, due aperture serali straordinarie: il 25 giugno e il 9 luglio il Museo sarà visitabile dalla mattina fino alle 20.00 di sera.

Agli Uffizi, l'altra sede espositiva, sono raccolte le testimonianze artistiche dei contatti fra Oriente e Occidente: le suggestioni e i ritratti di sultani, esemplari preziosi della lavorazione dei metalli, ricercatissimi già dai tempi di Lorenzo il Magnifico, le ceramiche orientali, o quelle ispano-moresche con stemmi nobiliari fiorentini. Stoffe e grandi tappeti provenienti dall’Egitto mamelucco di fine Quattrocento o degli inizi del Cinquecento, entrati molto presto nelle collezioni mediceo-granducali, i vetri, i metalli che hanno influenzato la coeva produzione italiana, e non ultimi gli splendidi manoscritti orientali provenienti dalla Biblioteca Nazionale e della Biblioteca Medicea Laurenziana.

Un percorso spettacolare, vario, e affascinante attraverso secoli di scambi e contaminazioni culturali

In occasione di questo evento, infine, e per tutta la durata della mostra Uffizi e Bargello offrono la possibilità di acquistare un biglietto combinato per € 29, ridotto €14.50, valido tre giorni che consentirà di visitare gli Uffizi, il Bargello la mostra Firenze e l’Islam. Arte e collezionismo dai Medici al Novecento, e con accesso anche al Museo archeologico di Firenze.

 

 

NUOVI ORARI E APERTURE STRAORDINARIE NEI MUSEI DEL BARGELLO

Bargello e Cappelle Medicee aperti sino alle 17,00

Abbiamo il piacere di comunicare  che, a partire dalle festività pasquali, potremo offrire un prolungamento degli orari di apertura.
 
In particolare il Museo Nazionale del Bargello e le Cappelle Medicee, due dei musei più apprezzati e richiesti dal pubblico, saranno visitabili fino alle 17.00 del pomeriggio.
La nuova offerta, che ci auguriamo incontri il favore dei visitatori, sarà garantita fino al 4 novembre 2018.
 
Segnaliamo, inoltre, le prossime aperture straordinarie:

Lunedì 30 Aprile, il Museo delle Cappelle Medicee sarà aperto dalle 8.15 alle 13.50

Sabato 19 Maggio, il Museo Nazionale del Bargello e le Cappelle Medicee saranno aperti anche dalle ore 17.00 alle ore 20.00, in occasione della Notte dei Musei, al costo simbolico di 1 €.

Lunedì 21 Maggio, il Museo di Palazzo Davanzati sarà aperto dalle ore 8.15 alle ore 13.50

 

Lunedì 4 Giugno saranno aperti:

  • Museo Nazionale del Bargello - con ingresso dalle 8.15 alle 13.50;
  • Museo di Palazzo Davanzati - con ingresso dalle 8.15 alle 13.50.

Per un quadro completo dei giorni di apertura (comprese le aperture programmate della domenica e del lunedì)  e degli orari di tutti i cinque musei del Bargello vi invitiamo a consultare le pagine dedicate a ciascun museo all’interno del nostro sito.

AL DI LA' DEL VISIBILE

Laboratori e visite multisensoriali al Museo del Bargello e Palazzo Davanzati

I Musei del Bargello, nel dare il proprio contributo alla campagna di valorizzazione Amico Museo, ispirata liberamente al tema della Giornata Internazionale dei Musei ICOM “Musei e cittadinanza: la comunità locale diventa protagonista”, promossa dalla Regione Toscana dal 18 maggio al 3 giugno, offriranno, a partire dal 31 maggio, una serie di visite e di laboratori multisensoriali riservati alle persone con disabilità visive.

Le sedi che ospiteranno tale iniziativa saranno il Museo Nazionale del Bargello e il Museo di Palazzo Davanzati a Firenze. Le visite, gratuite per i disabili visivi e relativi accompagnatori, saranno guidate da un'operatrice dotata di una grande esperienza a riguardo.

Ai visitatori che si presenteranno alla biglietteria, previa prenotazione, verrà consegnato un paio di guanti in latex (gli stessi che usano i restauratori in opere d’arte) con i quali potranno toccare l’”intoccabile”, facendo esperienza, attraverso una selezione di opere e di oggetti, della multiforme e variegata Bellezza custodita nei due Musei fiorentini.
Attraverso la storia e i racconti di questi antichi palazzi, i sensi saranno stimolati a percepire le atmosfere e le suggestioni di un tempo.

  • Museo Nazionale del Bargello, ore 10.00                                    
    L’Essenziale è invisibile agli occhi                                                                                         
    31 maggio 2018, 7 giugno 2018, 21 giugno 2018                                   
  • Museo di Palazzo Davanzati, ore 10.00
    Voci, odori e suggestioni di un’antica dimora fiorentina
    14 giugno 2018

BIGLIETTO
gratuito per disabili visivi ed accompagnatori

PRENOTAZIONE
la prenotazione, gratuita, è obbligatoria allo 055/294883
n.b. Il numero dei partecipanti per gruppo sarà limitato ad un massimo di 4 persone più relativi accompagnatori, in modo da rendere la visita maggiormente significativa e coinvolgente

INFO
Museo Nazionale del Bargello, tel. 055 2388606
Museo di Palazzo Davanzati, tel. 055 2388610

e-mail: mn-bar.comunicazione@beniculturali.it

 

AMBASCIATORI DELL'ARTE AI MUSEI DEL BARGELLO

I musei raccontati e vissuti dai giovani

I Musei del Bargello ospitano, promuovono e sostengono il progetto Ambasciatori dell'Arte, nato con lo scopo di educare i giovani studenti al patrimonio artistico e sviluppare in loro il “sentimento di appartenenza ad una tradizione culturale comune e di corresponsabilità nella tutela”.

Un'esperienza formativa che coinvolge gli studenti delle scuole superiori e che mira ad arricchirne il bagaglio storico-artistico. Gli studenti vestiranno i panni di mediatori culturali: conosceranno da vicino il variegato patrimonio custodito dai musei; si confronteranno con i visitatori; offriranno percorsi guidati e focus sulle principali opere d’arte.

Al tempo stesso i giovani ambasciatori potranno mettere alla prova sul campo le specifiche capacità già acquisite durante gli studi; per questa ragione gli studenti dei licei linguistici offriranno visite in più lingue.

Il progetto, che rientra nell’ambito del programma di Alternanza Scuola Lavoro promosso dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR) e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), è stato realizzato in collaborazione con Teatro della Pergola/Teatro della Toscana.

 

 QUANDO

DOVE

CHI

dal 28 maggio al 1° giugno

 
Museo del Bargello
Visite guidate
LU-DO 8.30-14.00
 

Istituto Istruzione Superiore A. Gramsci – J. M. Keynes di Prato

dal 5 al 9 giugno

 
Museo del Bargello
Visite guidate
LU-DO 8.30-16.20

 

Istituto Tecnico per il Turismo Marco Polo di Firenze

dal 5 al 23 giugno

 
Cappelle Medicee
Visite guidate
LU-DO 8.30-14.00
 

Istituto Istruzione Superiore Gobetti - Volta di Bagno a Ripoli

dal 12 al 16 giugno

Palazzo Davanzati
Visite guidate
LU-VE 8.30-13.20
SA-DO 14.00-18.30

Liceo Scientifico Leonardo da Vinci di Firenze

dal 19 al 23 giugno

Museo del Bargello
Visite guidate
LU-DO 8.30-14.00

Liceo Classico e Musicale Dante di Firenze

dal 25 giugno al 7 luglio

Cappelle Medicee
Visite guidate
LU-DO 8.30-14.00

Istituto Istruzione Superiore Gobetti - Volta di Bagno a Ripoli

dal 18 al 22 settembre

Museo del Bargello
Visite guidate
LU-DO 8.30-14.00

Liceo Scientifico A. Gramsci di Firenze

dal 18 al 22 settembre

Chiesa e Museo di Orsanmichele
Visite guidate
Museo:
LU 10.00-17.00/SA 10.00-12.30
Chiesa:
LU-DO 10.00-17.00

Liceo Scientifico A. Gramsci di Firenze

dal 18 al 22 settembre

Cappelle Medicee
Visite guidate
LU-DO 8.30-14.00

Liceo Scientifico N. Rodolico di Firenze

dal 24 al 29 settembre

Museo del Bargello
Visite guidate
LU-DO 8.30-14.00

Liceo Scientifico N. Rodolico di Firenze

Aggiornamenti sugli orari e giorni di chiusura su sezione ORARI di ciascun Museo

 

Ulteriori Informazioni:

 http://www.teatrodellatoscana.it/ambasciatoridellarte/

 

 

NOVITA' AL DAVANZATI, restauri e percorsi

Il restauro dei dipinti con la Storia di Perseo e Andromeda del Maestro di Serumido e nuove acquisizioni

I Musei del Bargello  in occasione della apertura gratuita di domenica 3 giugno, alle ore 16.00, hanno presentato il restauro dei tre pannelli dipinti dal Maestro di Serumido (attivo a Firenze tra il 1500 e il 1530) con la Storia di Perseo e Andromeda e la loro nuova collocazione all’interno del percorso museale di Palazzo Davanzati.

MUSICA AI MUSEI DEL BARGELLO

Un ricco programma musicale a Casa Martelli e Palazzo Davanzati

A partire dal mese di Maggio la musica sarà protagonista assoluta ai Musei del Bargello. Un’occasione imperdibile per riscoprire i musei in una splendida armonia tra architettura, musica e opere d’arte.

Il Salone da ballo di Casa Martelli, rinnovando una prassi in auge già nella Firenze dell’Ottocento, sarà la sede principale di questi incontri musicali.

Quì sarà ospitata, nelle date di sabato 12, 19 e 26 maggio alle ore 11.30, la rassegna Il Suono Giovane. Per il settimo anno consecutivo questa kermesse, curata da Paola Besutti, offre un programma di grande livello in cui giovani talenti musicali avranno modo di esprimersi in uno spazio museale unico e ricco di storia.

Anche l’appuntamento classico “Ai giovedi di Casa Martelli” sarà dedicato alla musica: Giovedì 24 maggio, alle ore 17.00 si parlerà di La musica al centro dell’uomo: armonia e disarmonia con Franco Cioci e interventi al pianoforte di Paolo Boschi e Monica Cioci.

Gli altri appuntamenti musicali del giovedì a Casa Martelli saranno invece a cura del Maggio Musicale Fiorentino e degli strumentisti del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. Il 31 maggio Finale d’atto, uno spettacolo su musiche di D. Cimarosa e W.A. Mozart nato da un laboratorio scenico-musicale realizzato dal regista Italo Nunziata e dal pianista Michele Errico. Il 7 giugno ancora un concerto con i giovani talenti del Conservatorio “Cherubini” intitolato  Il Crepuscolo del Romanticismo con musiche di Johannes Brahms e Cesar Franck.

La musica sarà protagonista anche a Palazzo Davanzati.
Sempre in collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino il Palazzo Davanzati ospiterà, sabato 19 maggio alle 17.00, Violoncello ‘700 con musiche di J.S. Bach, A. Vivaldi, L. Boccherini, F.J. Haydn e N. Paganini. Esecutori la Florence Cello Ensemble con Lucio Labella concertatore e Andrea Benucci alla tiorba e chitarra classica.

Sabato 16 giugno, sempre alle 17.00, il concerto dal titolo Barocco italiano, fuori d’Italia con musiche di D. Scarlatti, G. P. Telemann. T. Vincent, concluderà la serie degli eventi musicali tra Casa Martelli e Palazzo Davanzati.

Sul "palco" l'Ensemble Barocco del Conservatorio di Musica Luigi Cherubini.

I MUSEI DEL BARGELLO IN FESTA

Un tour gioioso per vedere, ascoltare e "connettere" 5 diversi musei

Sabato 19 maggio, in occasione della Festa dei Musei e della Notte Europea dei Musei, i cinque istituti del Bargello ampliano gli orari di apertura e arricchiscono l’offerta al pubblico con una serie di eventi speciali: visite e laboratori didattici, mostre e concerti musicali. Un programma pensato per incentivare nuove occasioni di incontro tra cittadinanza e turisti e creare un ambiente di festa attorno e all’interno dei musei.

Musei iperconnessi è il tema dell’edizione 2018 della Festa dei Musei. Per l’occasione i Musei del Bargello hanno il piacere di proporre una lunga “Festa itinerante” in cui i 5 diversi musei saranno collegati tra loro e proposti all’interno di un suggestivo percorso. Nella giornata di sabato 19 maggio il pubblico avrà l’opportunità di sperimentare un ricco tour in cinque tappe; oppure scegliere quanti e quali luoghi visitare, lasciandosi guidare dalle molteplici suggestioni e “connessioni” storico-artistiche e musicali che legano tra loro i Musei del Bargello.

Si comincia nella mattina con l’apertura del complesso della Chiesa di Orsanmichele (via dell'Arte della Lana, aperto dalle 10.00 alle 16.50 con ingresso gratuito) dove, alle 10.30 nel Museo al secondo piano, avrà luogo una visita didattica dedicata ai bambini e alle famiglie. I giovani visitatori scopriranno la storia di un edificio simbolo di Firenze attraverso approfondimenti sull’architettura e sulle opere scultoree che sono state create per decorare la chiesa. La partecipazione al laboratorio didattico, curato dall’associazione culturale L’Immaginario, è gratuita, previa prenotazione.

Alle 11.30 la musica riempirà il Salone da ballo del Museo di Palazzo Martelli (via Ferdinando Zannetti, 8, ingresso gratuito fino ad esaurimento posti). Giulia Contaldo al pianoforte eseguirà musiche di Schumann, Debussy e Granados. Il concerto si inserisce nella settima edizione della rassegna Il suono giovane ideata per dare l’opportunità a giovani talenti musicali di esprimersi in uno spazio museale unico e ricco di storia: una casa-museo derivata dalla stratificazione secolare della vita di una delle più antiche famiglie fiorentine.

Nel pomeriggio ancora musica e in un’altra casa-museo: il Palazzo Davanzati (via Porta Rossa, 13, aperto dalle 13.15 alle 18.50 con biglietto di ingresso al costo di € 6,00).
Chi deciderà di trascorrere il pomeriggio in questo splendido palazzo potrà visitare le sale arredate secondo lo stile di una abitazione fiorentina tra Medioevo e Rinascimento, la nuova mostra Omaggio a Elia Volpi, pittore  (dedicata alla produzione artistica dell’originale ed eclettico personaggio cui è legata la nascita del Museo della Casa Fiorentina Antica) e potrà assistere, alle 17.00, al concerto intitolato Violoncello ‘700. L’evento, curato dal Maggio Musicale Fiorentino, vedrà protagonista il Florence Cello Ensemble  che eseguirà musiche di J.S. Bach, A. Vivaldi, L. Boccherini, F.J. Haydn e N. Paganini.

Dalle 17.00 parte anche l’apertura straordinaria serale dei due musei più noti: il Museo delle Cappelle Medicee e il Museo Nazionale del Bargello.
In occasione della Notte Europea dei Musei le due perle del panorama museale fiorentino estenderanno il loro ordinario orario di apertura: entrambi saranno visitabili già a partire dalle 08.15 (costo del biglietto € 8,00), ma chi vi accederà dopo le 17.00 potrà visitarli a un prezzo speciale.

 Tra le 17.00 e le 20.00 (attenzione la biglietteria chiude alle 19.30) il Museo delle Cappelle Medicee (Piazza di Madonna degli Aldobrandini, 6), il “tempio” della famiglia Medici e luogo emblematico per gli amanti dell’arte di Michelangelo, sarà visitabile al prezzo simbolico di 1 euro.

Nel medesimo orario serale anche il Museo Nazionale del Bargello (via del Proconsolo, 4) sarà aperto, in via straordinaria, al solo costo di un euro. Scegliere cosa vedere all’interno di questa maestosa cornice architettonica è impresa ardua: troverete i capolavori della collezione permanente con le opere di Donatello, Verrocchio, Luca della Robbia, Michelangelo, Benvenuto Cellini, Giambologna, solo per citare i nomi più noti. Se avete poco tempo a disposizione o siete affaticati dal lungo iter nei cinque musei non possiamo che consigliare di cogliere l’occasione per salire al secondo piano e ammirare l’Autoritratto di Gian Lorenzo Bernini. Il capolavoro, proveniente dalla collezione della Galleria Borghese di Roma, sarà esposto solo fino al 20 maggio nella Sala del Medagliere e, affiancato al busto marmoreo in cui lo stesso Bernini ha ritratto Costanza Bonarelli, farà rivivere l’affascinante liason intercorsa tra l’artista e la sua musa.

Per un quadro completo dei giorni di apertura (comprese le aperture programmate della domenica e del lunedì) e degli orari di tutti i cinque musei del Bargello vi invitiamo a consultare le pagine dedicate a ciascun museo all’interno del nostro sito.

IL RELIQUIARIO DI MONTALTO - PROROGATA AL 30 SETTEMBRE 2018

Un superbo manufatto di oreficeria dalle zone terremotate delle Marche in mostra al Bargello

Prorogata fino al 30 settembre 2018 l'esposizione del Reliquiario di Montalto, attribuito all’artista francese Jean Du Vivier - attivo a Parigi alla corte di Carlo V, nella seconda metà del XIV secolo - su gentile concessione del Museo Sistino Vescovile di Montalto Marche. Il reliquiario è esposto nella Cappella della Maddalena all'interno del Museo Nazionale del Bargello.

 

Leggi di più nei "Dettagli".

PORTE APERTE

I Musei del Bargello accolgono Maggio

Le giornate festive che accompagnano l’ingresso nel mese di maggio sono un’occasione in più per conoscere o riscoprire i Musei del Bargello di Firenze.

L’offerta al visitatore è varia con cinque diversi Musei, in altrettanti edifici monumentali luoghi simbolici della vita civile e religiosa di Firenze, che conservano i capolavori della scultura rinascimentale: Il Museo Nazionale del Bargello; la Chiesa e il Museo di Orsanmichele; Palazzo Davanzati; Le Cappelle Medicee e Casa Martelli.

In questo periodo, inoltre, è stato previsto un ampliamento pomeridiano degli orari di apertura (Bargello e Cappelle Medicee saranno visitabili fino alle 17,00 del pomeriggio), assicurata l’apertura dei musei per il primo maggio (Bargello, la Chiesa di Orsanmichele, Davanzati e Cappelle) e disposta, anche per lunedì 30 aprile, l’apertura straordinaria (dalle 8.15 alle 13.50) del Museo delle Cappelle Medicee.

Altrettanto ricca è la possibilità di partecipare a eventi, mostre e concerti in programma per questo scorcio di primavera nei musei.

Il Museo del Bargello ospita l’Autoritratto di Gian Lorenzo Bernini proveniente dalla collezione della Galleria Borghese di Roma. Sarà esposto fino al 20 maggio nella Sala del Medagliere e, affiancato al busto marmoreo in cui lo stesso Bernini ha ritratto Costanza Bonarelli, farà rivivere l’affascinante liason intercorsa tra l’artista e la sua musa. Nello stesso Museo, inoltre, è stato prorogato, fino al 30 settembre, il prestito del Reliquiario di Montalto.

Maggio sarà all’insegna della musica nel Museo di Casa Martelli: 3, 12, 19, 24, 26 e 31 maggio sono le date da segnare per assistere ai concerti, ospitati presso il Salone da ballo del Museo. A questi si aggiunge il concerto del 19 maggio, organizzato dal Maggio Musicale Fiorentino in collaborazione col Conservatorio Luigi Cherubini, e ospitato a Palazzo Davanzati.

I Musei del Bargello pensano anche ai più piccoli: parte infatti il 29 aprile la seconda fase di Museum Time, il progetto didattico dedicato ai bambini e alle loro famiglie, nato all’insegna della fantasia, del divertimento e dello stare insieme. Attraverso specifiche esperienze ludiche, laboratori e avvincenti narrazioni i giovani visitatori (dai 5 agli 11 anni) verranno coinvolti in alcune delle più affascinanti storie custodite nei cinque musei del Bargello.

Infine, il 6 maggio al Museo di Palazzo Davanzati, sarà inaugurata la mostra Omaggio a Elia Volpi pittore. Un’occasione per scoprire un lato meno conosciuto dell’originale ed eclettico personaggio cui è legata la nascita del Museo della Casa Fiorentina Antica.

LA SCELTA DEL CURATORE

Un prezioso dittico in avorio dalla collezione Carrand

 
Arte tardo-romana (Milano o Roma)
400 circa d.C.
Dittico con Adamo nel Paradiso terrestre e Scene della vita di san Paolo
Avorio
Museo Nazionale del Bargello, inv. 19 Carrand e 20 Carrand
 
 
La "scelta del curatore" è dedicata ad una delle opere più antiche e rare della collezione di avori del Museo Nazionale del Bargello, tra le più ricche al mondo in questo settore.
I dittici in avorio di età romana tardo-imperiale erano in genere doni di gran lusso destinati a personaggi delle classi sociali più altolocate, ed essendo apribili in forma di libro, potevano essere esposti in ambienti domestici o portati con sé.
 
Scopri di più dalle parole del curatore.

AMBASCIATORI DELL'ARTE A CASA MARTELLI

Concerto nel Salone da Ballo con gli studenti del Liceo Musicale Dante di Firenze

 

A conclusione del progetto di Alternanza Scuola lavoro svolto nell’anno scolastico 2017-2018 con gli studenti del Liceo Classico e Musicale Dante di Firenze, i Musei del Bargello sono lieti di ospitare una performance musicale che si svolgerà nel Salone da Ballo del Museo di Casa Martelli

 

Giovedì 3 maggio 2018 Ambasciatori dell'Arte e della Musica

ore 16.00 Concerto 

ore 17.00 Concerto finale degli studenti delle classi V

 

 

UN INCONTRO DI SGUARDI TRA GIAN LORENZO BERNINI E COSTANZA BONARELLI

L'autoritratto di Bernini in mostra al Bargello

La Sala del Medagliere del Museo Nazionale del Bargello ospita in questi giorni due opere di Gian Lorenzo Bernini: due “ritratti parlanti”, un olio su tela e un busto in marmo, che invitano il visitatore a meditare sullo stretto dialogo che intercorre tra pittura e scultura nella produzione del massimo esponente del barocco romano.

Al tempo stesso le due opere, una al fianco dell’altra, faranno rivivere l’affascinante liason intercorsa tra l’artista, Bernini, e la sua musa, Costanza Bonarelli.

Grazie a una collaborazione con la Galleria Borghese di Roma l’Autoritratto maturo di Bernini, viene eccezionalmente esposto al Museo del Bargello. Il dipinto “dialogherà” con la scultura in cui lo stesso Bernini ha ritratto Costanza Bonarelli, per proseguire nell’arte una relazione cominciata nella vita.

Gian Lorenzo Bernini realizzò la celeberrima Costanza Bonarelli, una delle sue opere più originali, non su commissione, ma per sé stesso, come vero e proprio atto d’amore per la sua musa prediletta e amante.

Il volto della donna, animato da uno sguardo ipnotico, è incorniciato da una folta capigliatura lievemente scomposta. La bocca dischiusa è tipica dei cosiddetti “ritratti parlanti” scolpiti da Bernini negli anni trenta del Seicento, ma la sensualità di Costanza, con la camicia aperta a farne scorgere un lato più intimo, costituisce una novità assoluta rispetto alle convenzioni del ritratto femminile dell’epoca.

Esposta nell’atelier del Bernini, la Costanza Bonarelli, entrò nelle collezioni medicee granducali intorno al 1646 e fu quindi traferita al Bargello nel 1865.

Nell’Autoritratto, realizzato dall’artista alla fine degli anni trenta, si dimostra la profonda meditazione sulla pittura dei contemporanei rielaborata, tuttavia, in uno stile pittorico assolutamente autonomo. Concepito con tensione psicologica pari al ritratto di Costanza e condotto con rapide pennellate, palesa la grande perizia raggiunta dall’artista nel controllo magistrale della luce.  Affascinante, ma priva di fondamento storico, l'ipotesi di una concezione in forma “autoritratto doppio” con una tela più ampia, poi tagliata, che includeva l'effige della Bonarelli.

Il dipinto del Bernini, proveniente dalla collezione della Galleria Borghese di Roma, sarà esposto al Museo del Bargello fino al prossimo 20 maggio.

IL LATO NASCOSTO DEL PARADISO TERRESTRE

Un libro tattile amplia l’esperienza di visita al Museo del Bargello

Sabato 14 aprile alle 10.00 presso il Museo Nazionale del Bargello è stata presentata al pubblico una copia tattile del rilievo in avorio raffigurante Adamo nel Paradiso terrestre,

La copia si compone di un cofanetto contenente una tavola fac-simile dell’originale del V secolo, studiata per la fruizione tattile, e di un libro in cui sono riprodotti a rilievo gli animali che ne compongono l’insieme. È stata donata al Museo e abbinata all’originale conservato in una teca nella Sala degli avori.

L’Adamo nel Paradiso è stata selezionata come opera da inserire nel progetto The dark side of the moon, un lavoro interdisciplinare sulla disabilità visiva, e accuratamente ricostruita dagli studenti dell’Istituto Giovanni Gonnelli in forma di libro tattile.

Il progetto è stato realizzato in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti (UICI) e con il contribuito della Stamperia Braille della Regione Toscana.

«La donazione della copia tattile rappresenta un duplice arricchimento al percorso di visita del Museo – ha sottolineato il direttore dei Musei del Bargello, Paola D’Agostino - un momento di integrazione nel percorso espositivo imprescindibile per le persone con disabilità visiva e un accrescimento  dell’esperienza sensoriale per qualsiasi visitatore voglia fruire nel modo più completo dell’opera integrandone la percezione visiva con quella tattile».

Hanno presenziato all’evento Paola D’Agostino, Antonio Quatraro, presidente regionale dell’UICI e Marco Catone, docente dell’Istituto Gonnelli oltre che promotore e coordinatore della realizzazione della copia tattile.

 

 

CONOSCERE I MUSEI DEL BARGELLO

Presentati il Progetto culturale e la nuova Identità visiva

Giovedì 1 marzo 2018 sono stati ufficialmente presentati il Progetto culturale e l'Identità visiva dei Musei del Bargello.

Entrambi rappresentano un primo passo nella comunicazione e nella valorizzazione di questa nuova realtà museale, che, attraverso i suoi edifici e le sue ricche collezioni, racconta in mille forme la Storia e l'Arte della città Firenze.

Nei prossimi giorni, nuovi stendardi segnaletici saranno esposti nei punti di maggiore visibilità degli edifici e una brochure informativa sarà distribuita ai visitatori.

A breve, anche questo sito internet sarà aggiornato secondo i canoni della nuova Identità visiva.

Per maggiori informazioni vedi i "Dettagli".

 

INIZIA APRILE AL MUSEO NAZIONALE DEL BARGELLO

Quattro mostre... mille ragioni per visitarlo

La prima settimana di aprile il Museo Nazionale del Bargello offre agli amanti dell’arte un’occasione unica di visita all’interno della propria maestosa cornice architettonica: oltre ai capolavori della collezione permanente (da Donatello a Verrocchio, da Luca della Robbia a Michelangelo, da Benvenuto Cellini a Giambologna) la concomitanza di quattro diverse mostre permetterà ai visitatori di addentrarsi in un suggestivo dialogo, fatto di incroci e rimandi storico-artistici, con alcune prestigiose opere provenienti da altri importanti musei internazionali. 

Dal 31 marzo, infatti, la Sala del Medagliere farà rivivere un’affascinante liason tra l’artista, Lorenzo Bernini, e la sua musa, Costanza Bonarelli: uno accanto all’altro, il celeberrimo ritratto marmoreo di Costanza Bonarelli e il dipinto raffigurante l’Autoritratto maturo del massimo artista del barocco romano, permetteranno di ripercorrere un momento singolare della biografia e della carriera del Bernini, evidenziando lo stretto rapporto tra pittura e scultura nella creazione del cosiddetto “ritratto parlante”.
L’Autoritratto, proveniente dalla collezione della Galleria Borghese di Roma, sarà esposto al Bargello fino al prossimo 20 maggio.

Inoltre, fino all’8 aprile, si potranno ancora ammirare la lunetta di Giovanni della Robbia (proveniente dal Brooklyn Museum di New York), i tre studi dal Vero di Vincenzo Gemito (dalle Gallerie d’Italia di Palazzo Zevallos di Napoli) e il Reliquiario di Montalto (dal Museo Sistino Vescovile della stessa città marchigiana).

Un inizio di aprile ricco di novità, suggestioni e spunti per scoprire, o riscoprire, il Museo Nazionale del Bargello con i suoi capolavori e i suoi inediti accostamenti di opere d’arte.

VINCENZO GEMITO: TRE STUDI DAL VERO IN MOSTRA AL BARGELLO

Sabato 24 febbraio ore 12 visita guidata straordinaria, tenuta dalla Direttrice del Museo

La Direzione del Museo Nazionale del Bargello ha il piacere di presentare un prestito eccezionale da parte di Intesa Sanpaolo, dalle Gallerie d’Italia di Palazzo Zevallos Stigliano di Napoli, di sculture di Vincenzo Gemito.

Fino all’8 aprile lo Scugnizzo, lo Studio dal vero (Moretto) e il Fiociniere, terrecotte realizzate dallo scultore napoletano intorno al 1870, saranno esposte nel Salone della Scultura del Cinquecento al Bargello, che offre l’opportunità di rileggere l’opera dello scultore napoletano alla luce delle suggestioni dei grandi maestri del Rinascimento.

Sabato 24 febbraio alle ore 12, la dottoressa Paola D’Agostino, Direttore del Museo Nazionale del Bargello, terrà una visita guidata straordinaria dedicata a Gemito e ai tre “studi dal vero” in terracotta.

Leggi di più nei "Dettagli".

MUSICA A PALAZZO DAVANZATI

Cantabilità e virtuosismo barocco nelle sale del Museo

Sabato 7 aprile, alle ore 17.00, il  Museo di Palazzo Davanzati ospiterà un concerto di musica barocca dal titolo All’Italiana.

L’evento, realizzato in collaborazione con il Maggio Musicale Fiorentino e il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze sarà incentrato sul tema della cantabilità e del virtuosismo. Sulla "scena" del Davanzati saranno protagonisti (voce, flauto dolce, violoncello e clavicembalo) i giovani musicisti della classe di flauto dolce e dell’Ensemble di musica antica del Conservatorio.

Verranno eseguite composizioni di Giovanni Battista Sammartini, Georg Philipp Telemann, Arcangelo Corelli e Georg Friedrich Händel.

Il concerto sarà dedicato alla memoria del Maestro David Bellugi (flautista e docente del Conservatorio) prematuramente scomparso nel giugno dello scorso anno.

 

L’ingresso è incluso nel biglietto del Museo.

 

Immagine: disegno murale su una parete del ballatoio di Palazzo Davanzati, raffigurante un pentagramma e tre personaggi di corte.

VISITE SPECIALI ALLA MOSTRA 'DA BROOKLYN AL BARGELLO'

Il curatore svela la storia e il viaggio della lunetta Antinori di Giovanni della Robbia

Le visite condotte dal curatore della mostra dott.ssa Ilaria Ciseri sono un piccolo "regalo" offerto ai visitatori del Museo del Bargello, e sono incluse nel prezzo del biglietto d'ingresso.

Programma: 

Giovedì 29 marzo, ore 15.30 
Giovedì 5 aprile, ore 15.30
 
N.B.
Gli eventi sono a numero chiuso, per un numero massimo di 35 partecipanti per ogni visita. Non è possibile prenotare: si pregano gli interessati di presentarsi con congruo anticipo al punto di ritrovo nel cortile del Museo del Bargello.

AI GIOVEDI' DI CASA MARTELLI

Gli eventi di Marzo e Aprile

Per il mese di marzo segnaliamo il ciclo di conferenze che il Museo di Casa Martelli con l’Associazione Archivi Storici delle famiglie ha organizzato: Le stanze del Palazzo - 1. Gli ambienti della vita (programma e locandina in allegato).

Con lo straordinario apporto di studiosi e specialisti sui vari temi legati alle case museo e alle dimore storiche il programma si compone di cinque appuntamenti settimanali (ore 17.00) con sede 1, 8, 22, 29 marzo nel Museo di Casa Martelli e, il 15 marzo, nel Palazzo di Camugliano – Niccolini (Via del Moro, 15). L’iniziativa ha come scopo quello di fornire, ad un pubblico ampio, una lettura insolita di documenti, spesso inediti, sulle stanze della casa e nello specifico sugli ambienti d’uso. Saranno quindi protagonisti luoghi “pubblici” quali il salotto, lo studiolo, la cappella e la cucina o quelli più privati come la cantina, la camera da letto e il luogo comodo.

Per l’inizio di aprile segnaliamo, giovedì 5 ore 17.00, l’incontro dedicato a Tessuto e ricchezza a Firenze nel Trecento. Lana, seta e pittura, che vedrà protagonista Elisabetta Bazzani. La storica dell’arte e dei tessuti antichi illustrerà al pubblico le principali caratteristiche dell’omonimo percorso espositivo, attualmente visitabile presso la Galleria dell’Accademia di Firenze. Sarà inoltre l’occasione per cogliere l’importante ruolo della famiglia Martelli nelle attività legate al commercio e all’industria dei tessuti.

 

PASQUA AL MUSEO

Domenica 1 aprile entrata gratuita ai Musei del Bargello

In occasione della Domenica gratis al museo il 1 aprile potremo festeggiare la Pasqua con una visita gratuita nei Musei del Bargello.
Un'opportunità in più per scoprire nuovi itinerari sull'arte e sulla bellezza, da riconoscere, proteggere e imparare ad amare. 
Ricorda che alcuni ambienti sono visitabili solo previa prenotazione.
 
Leggi i nostri orari per organizzare al meglio la tua visita:  
 
Museo Nazionale del Bargello
via del Proconsolo, 4
Ingresso: dalle 8.15 alle 16.20 
 
Cappelle Medicee
piazza di Madonna degli Aldobrandini, 6
Ingresso: dalle 8.15 alle 16.20
 
Chiesa di Orsanmichele 
via dell'Arte della Lana 
Ingresso: dalle 10.00 alle 16.50
 
Museo di Palazzo Davanzati 
via Porta Rossa, 13
Ingresso fino al 2. piano: dalle ore 13.15 alle 18.30
Ingresso al 3. piano (solo visite accompagnate con obbligo di prenotazione): alle 15.00, 16.00 e 17.00
Per prenotazioni: +39 055 2388610

BANDI PER PROFESSIONISTI E IMPRESE

Vedi i bandi attualmente aperti in 'Amministrazione trasparente'

Si informano gli interessati che sono attualmente aperti i seguenti bandi:

1 - Avviso esplorativo per manifestazione di interesse avente ad oggetto l'individuazione di operatori economici per la fornitura di servizi di supporto tecnico e amministrativo al Responsabile Unico del Procedimento

2 - Avviso pubblico per l'istituzione di un elenco di professionisti qualificati per l'affidamento di servizi di architettura, ingegneria e altri servizi tecnici di importo inferiore a € 100.000,00

3 - Avviso pubblico per l'istituzione di un elenco di imprese per il conferimento di lavori ai sensi dell'art. 36 c. 2 lett. a), b) e c) del D.lgs. 50/2016 e s.m.i.

Si invita a prendere visione dei bandi e delle modalità di partecipazione nella sezione "Amministrazione trasparente" di questo stesso sito, cliccando qui

Aggiornamenti relativi al bando n. 1:

- Si comunica che la seduta pubblica per il sorteggio di operatori economici da invitare alla procedura negoziata per la fornitura di servizi di supporto tecnico ed amministrativo al Responsabile Unico del Procedimento è posticipata al giorno 20 marzo 2018 - ore 11,00.
- A seguito dell'individuazione di cinque operatori economici in possesso dei requisiti indicati nel bando, si intende annullare il sorteggio previsto nella giornata del 20 marzo 2018. Pertanto, si procederà all'invio delle lettere di invito per la presentazione dei servizi che verranno in seguito vagliate da una Commissione istituita ad hoc.